Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.


Warning: Parameter 1 to plgContentJomSocialAdsense4Content::onPrepareContent() expected to be a reference, value given in /home/belin83/webapps/newswiki_it_static/libraries/joomla/event/event.php on line 71

Warning: Parameter 1 to plgContentJomSocialAdsense4Content::onBeforeDisplayContent() expected to be a reference, value given in /home/belin83/webapps/newswiki_it_static/libraries/joomla/event/event.php on line 71
Gli articoli di Vincenzo Villarosa

"Cesare deve morire" trionfa al Premio David di Donatello 2012

Alla serata romana della 56esima edizione del Premio David di Donatello 2012, ha trionfato il film Cesare deve morire dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani. I premi più importanti sono stati i seguenti:
- miglior film: Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani
- migliore regia: Paolo e Vittorio Taviani (Cesare deve morire)
- migliore attrice protagonista: Zhao Tao (Io sono Li)
- miglior attore protagonista: Michel Piccoli (Habemus Papam)
- miglior attrice non protagonista: Michela Cescon (Romanzo di una strage)
- miglior attore non protagonista: Pierfrancesco Favino (Romanzo di una strage)
- migliore sceneggiatura: Paolo Sorrentino e Umberto Contarello (This must be the  place)
- miglior film straniero: Una separazione di Ashgar Farhadi.

Leggi l'intero articolo

La "spending review", il consenso popolare e la debolezza politica

Quando il governo del Professor Mario Monti ha chiamato i “consulenti tecnici” per la “spending review”, vale a dire la revisione della spesa pubblica attuata dalle amministrazioni dello Stato e dagli enti locali, in tutta la penisola italiana si è scatenato un acceso dibattito. Dal grido popolare “Ma loro che ci stanno a fare?” all’argomentato imbarazzo di economisti, sindacalisti e politici, sono stati in molti a chiedere il significato “politico” più che tecnico di una simile decisione. Quando è stato annunciato, in seguito, il ricorso all’aiuto dei cittadini per individuare gli “sprechi” e le spese inutili e denunciarli pubblicamente sull’apposita pagina predisposta dal sito ministeriale, lo sconcerto e la protesta sono diventate generali. Se per rendere più efficace ed efficiente la macchina statale i tecnici chiedono la collaborazione e il “consenso popolare”, non è questo il segno della loro “debolezza politica”?

Leggi l'intero articolo

"Earth Day" 2012: lo sviluppo sostenibile e il futuro del pianeta

Oggi, 22 aprile 2012, si festeggia la 42esima “Giornata della Terra” e a tutti noi piacerebbe che alla celebrazione facesse seguito una sempre più efficace sensibilizzazione dei cittadini di tutto il mondo sulle  tematiche ambientali e l’effettiva mobilitazione delle istituzioni politiche e della società civile, per dedicare più spazio e tempo nella vita quotidiana alle azioni giornaliere più adatte alla salvaguardia del pianeta e dei diritti delle future generazioni.

Leggi l'intero articolo

Homo Sapiens 2.0: i nativi digitali e la cultura del futuro

E’ meglio farsene una ragione e cercare di capire il fenomeno. Una nuova fase dell’evoluzione della specie umana sta caratterizzando da diversi decenni la vita e la cultura sul pianeta Terra: è l’Homo Sapiens 2.0. Si tratta di “una specie in via di apparizione” –  come l’ha definita lo studioso Paolo Ferri, nel suo libro Nativi digitali (Ed. Bruno Mondadori) – parlando delle generazioni nate nella cultura digitale.
A differenza di noi immigranti digitali, che cerchiamo con fatica di adeguare la cultura di Gutenberg a quella dominata da Internet, la comunicazione dei nativi digitali è improntata alla produzione e condivisione delle forme e dei contenuti culturali, in un’interazione continua realizzata attraverso le “protesi tecnologiche” – iPad, Smartphone, Tablet – che usano fin dalla più tenera età.

Leggi l'intero articolo

Mancuso e la coscienza cristiana tra potere e relazione

L’opera più recente di Vito Mancuso ha un titolo programmatico: Obbedienza e libertà. Critica e rinnovamento della coscienza cristiana (Editore Fazi). Gli spiriti più laici potrebbero già obiettare al bravo filosofo e teologo italiano che una radicale svolta della coscienza cristiana forse dovrebbe iniziare col sostituire la congiunzione posta tra le due istanze del titolo. Obbedienza o libertà, autorità o autenticità, potere o relazione.

Leggi l'intero articolo

Vincenzo Villarosa

Vincenzo Villarosa è un 57enne sociologo napoletano, che per tanti anni ha lavorato per l’organizzazione di interventi sociali e culturali a contrasto del disagio sociale – minori a rischio, sofferenti psichici e altre figure dell’emarginazione – presente nella sua città e in altre zone della regione campana. Nel 2005, ha fondato con alcuni amici il Centro Studi Diritto degli affetti.

Si interessa delle pratiche filosofiche e del loro sviluppo in Italia. Dal 2004 al 2007, assieme a un amico filosofo, ha ideato e condotto Il vizio di pensare, il primo “Caffè filosofico” di Napoli, quarto in Italia.

Da molti anni, si dedica con passione alla scrittura creativa e saggistica. Ha scritto diversi racconti – ora raccolti in La città fa rumore (di prossima pubblicazione) – e cinque sceneggiature per il cinema, due delle quali – Pizza e Sogni sono diventate cortometraggi e hanno partecipato a diverse rassegne cinematografiche.

Ha collaborato con diverse riviste locali e nazionali, per i temi della Società, della Politica, dell’Ambiente, della Cultura e dello Spettacolo. E’ capo redattore di Newswiki.