MODA & BELLEZZA

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Siti Partner

Il rischio di essere vintage

Rovistare nell’armadio della zia per cercare un abito particolare da indossare non è più così disdicevole, ma è diventato ormai una moda, anzi, uno stile di vita.

Il vintage, ovvero ciò che si attribuisce a un oggetto prodotto almeno vent’anni prima del momento attuale, è la moda del momento:

da quando criticavamo l’amica un po’ alternativa che tornava da Londra con un mare di abiti usati, ad adesso che siamo sempre alla ricerca di un piccolo negozietto a scovare tesori preziosi. Perché andare alla ricerca di una borsa originale Chanel degli anni 60 o di un foulard Gucci degli anni 80 è diventata una vera arte, e non così economica. Mercatini, fiere e bancarelle stanno riscuotendo un successo formidabile: tra un mare di cianfrusaglie e vestiti malridotti, nascondono delle vere chicche, e non solo nei piccoli centri, ma in grandi metropoli della moda come New York, Parigi e Londra.

Ma il vintage non è solo una moda, come dicevamo, ma un vero e proprio stile di vita, perché non interessa esclusivamente il modo di vestire, si estende agli oggetti di uso quotidiano, all’arredamento, agli accessori, alla pubblicità. Il gusto per il retrò sta prendendo piede in numerosi locali, arredati con materiali di riciclo e di simil-antiquariato, proponendo musica d’altri tempi per giovani più trendy.

Il fascino per qualcosa che è stato indossato in un’epoca passata, ma comunque recente, sta diventando una vera e propria mania, tanto da aver rivalutato l’usato rendendolo cool. È vintage.

Il rischio di indossare qualcosa di tremendamente brutto, ma difendibile per il solo fatto di essere vintage, è dietro l’angolo.