MUSICA, CINEMA & TV

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Hugo Cabret e un inedito Scorsese

Hugo Cabret è il film che non ti aspetteresti di vedere firmato da Martin Scorsese, o meglio che io non mi sarei mai aspettata di vedere. Il regista ci conduce per mano in un mondo fiabesco e visionario, racchiuso all'interno delle mura della stazione di Parigi.

La storia, ambientata negli anni trenta, racconta le vicende di un ragazzino di nome Hugo, che vive di furtarelli ed espedienti cercando di restare invisibile alla vita. Lo zio, che lo ha allevato, era manutentore degli orologi della stazione, così Hugo, alla sua morte resta come sospeso in quel mondo in transito. Il padre è un ricordo lontano eppure sempre presente nella sua vita, nella forma di un automa che l'uomo aveva trovato nella soffitta di un museo. Riparare quell'automa diventa la ragione di vita di Hugo ed anche un filo invisibile che sembra legarlo allo spirito del padre e un bullone alla volta svelare episodi del passato, episodi che gli altri personaggi del film non sembrano sempre contenti di veder affiorare. Incontreremo così il giocattolaio, la nipote del giocattolaio, l'ispettore della stazione.... In effetti sebbene l'inizio del film sia un po' lento e poco coinvolgente, ad ogni personaggio che entra in scena, ad ogni ingranaggio riparato si aggiunge ritmo, e sentimento. Forse un po' eccessivo nelle scenografie, ma l'insieme conferisce all'opera un tocco surreale in grado di rendere   la visione molto piacevole.