POLITICA

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Giustizia: tante domande e poche risposte

Come ben si sa la vita di un Paese è scandita da diversi momenti: momenti economici, politici, sociali ecc...

Nella vita del Paese i cittadini ne sono i protagonisti diretti che subiscono le influenze di ogni decisione, legge, decreto in prima linea. L'interazione tra la vita del Paese e i cittadini sono per lo più i mass media: giornali, tv, radio ecc...

Molto spesso i cittadini vengono a conoscenze delle misure prese dai partiti politici solo esclusivamente tramite i media. Purtroppo si tratta di una comunicazione per lo più unilaterale: classe politica che prende una decisione, la quale viene comunicata ai cittadini, ma il più delle volte i cittadini non hanno modo di controbattere, replicare, approvare od opporsi a tali decisioni. 

In questo periodo di crisi, le riforme sono davvero molte e pochissime riscuotono il consenso popolare in quanto si va a fare cassa spesso e volentieri sulle categorie più povere che non hanno ormai più nulla da dare. I sindacati provano a far sentire la loro voce, ma sembrerebbe senza alcun risultato concreto. Tra le varie riforme che stanno attraversando lo stato ce ne sono alcune che riguardano il settore della giustizia: alla televisione si è tanto sentito parlare di decreto svuota-carceri, parole che nell'immaginario comune hanno destato probabilmente timore, sdegno e tante altre domande. L'attuale ministro si è affrettato a dichiarare che non si tratta semplicemente di prendere e svuotare le carceri, ma si vuole garantire un tenore di vita degno anche fuori dal carcere e le persone che torneranno a vedere il mondo esterno saranno messe ai domiciliari. Ora le domande che sorgono sono molte... Chi controllerà poi queste persone al di fuori dal carcere? Come si può impedire che queste ritornino a compiere reati? Aumenterà il tasso di criminalità? Naturalmente queste persone dovranno poi essere reinserite nella società, sono adatte ad essere reinserite? Chi paga dietro a tutto ciò? Se vengono reinserite dovranno trovare un lavoro, ma se già adesso 3 su dieci sono disoccupate e ben 6 su dieci hanno un lavoro a tempo determinato/contratto di collaborazione a progetto ecc...aumenterann osolo i disoccupati che dovranno essere mantenuti dallo Stato che farà leva su chi per mantenere tutti? Sui cittadini, su chi lavora e porta a casa 500 Euro al mese e deve mantenere figli e pagare pure le tasse per gli altri... La voce comune si chiede, prima di svuotare le carceri, che comunque può essere un tema più che lecito perchè non si pensa a cose più urgenti, come il lavoro, l'economia, l'investimento nella ricerca e nell'educazione? Le crisi ci sono per ogni paese ed è giusto che tutti aiutino, ma bisogna farlo con testa. Prendiamo ad esempio la Germania, anche lei ha subito forti periodi di crisi e ha applicato tagli non indifferenti, ma ha investito su ricerca,educazione e sanità e ora è più forte che mai. Sono tantissime le domande che ogni cittadino si fa di fronte alle varie riforme, ma restano tali...tante domande, ma poche risposte.