RANDOM WALKS

Newswiki

Newswiki è un portale di news fatto da aspiranti giornalisti, blogger e gente comune: gente che ha qualcosa di interessante da dire. E' un punto d'incontro di punti di vista diversi, un modo per esprimere le proprie idee e condividerle con gli altri.

Crisi e guadagni facili

La crisi ci porta alla ricerca quasi spasmodica di soldi. Soldi con cui pagare l'affitto, le rate del mutuo, mandare i figli a scuola, mangiare ecc..

Di metodi per guadagnare qualche soldo in più ne esistono parecchi dai più ai meno ortodossi. E fra i tanti metodi, sta prendendo piede un metodo a dir poco "non ortodosso". Recentemente in America, è stata arrestata una ragazza adolescente, la quale si è spacciata malata di cancro terminale e ha postato tutto in Internet, mettendo annunci, fondando forum e anche fondando un'associazione apposita. 

La giovane ragazza ha fatto leva sull'umanità delle altre persone. Ha postato delle sue foto abilmente truccate a dovere con Photoshop per sembrare in tutto e per tutto una malata di cancro terminale, si è rasata capelli e sopracciglia per dare  il tocco finale.

Presa in giro a parte, la giovane americana ha ben pensato di indire una raccolta fondi in suo favore. Con il motto "Aiutatemi a guarire" ha raccolto una cifra considerevole grazie al popolo di internet. Grazie alla sua "furbizia", questa ragazza è riuscita a campare circa un anno in tutto e per tutto tra affitto e necessità primarie. Naturalmente il tutto non è andato avanti a lungo. Grazie all'"altro lato della sua furbizia", la ragazza ha postato, dopo qualche tempo dall'inizio della messa in scena, per errore, una sua foto "reale", quindi completa di capelli e sopracciglia sul forum che gestiva. Non si è accorta dell'errore immediatamente, ma i suoi utenti sì.

E il passo dalla scoperta della foto alla denuncia è stato breve per questa ragazza che ora si trova in cella a dover scontare 25 anni di prigione per truffa aggravata e a dover risarcire tutti coloro che sono "caduti" nella sua trappola per un totale di 500.000 dollari. Ora, la crisi è ovunque e colpisce chiunque, ma fare leva sulle persone usando argomenti così delicati e personali non è nemmeno da considerarsi umano.